ghiaccio-nove, il blog contrario a ogni forma di violenza. anche sugli animali. anche su capezzone.


domenica 4 ottobre 2009

supereroi

dopo avere volta per volta scatenato le sue possenti ire contro i lavoratori, il sindacato, la sinistra, i cineasti, i magistrati e non ricordo chi altro, oggi il cosiddetto ministro brunetta ha pensato bene di tuonare contro i giornalisti rai e gli editori. quelli ancora mancavano all'appello, in effetti.
tramite i nostri insospettabili agganci nelle stanze del potere, siamo in grado di anticipare quelli che saranno i prossimi bersagli del fenomenale salvatore della patria prestato alla politica.

seconda metà di ottobre: la caduta autunnale delle foglie (già sfinite - urlerà Brunetta con la bava alla bocca - dopo appena sei mesi di attività, tra l'altro per niente usurante!?);
inizio di novembre: i fiori portati nei cimiteri ad ornamento delle tombe (che, inspiegabilmente, alla prima gelata notturna si appassiscono, assumendo il classico aspetto degli insegnanti italiani quando leggono la propria busta paga);
metà novembre: di nuovo i lavoratori pubblici (così, tanto per ricordare loro che il rinnovo contrattuale se lo possono scordare). a seguire, come da programma, il plauso di cisl e uil.

nella foto, presa da internet, l'impavido ministro
mentre elabora i dettagli delle prossime sparate

1 commento:

  1. eheheh...
    nell'immagine, brunetta nelle sue dimensioni reali.

    RispondiElimina